Siamo oggi a Pula nella costa meridionale della Sardegna a mezz’ora da Cagliari e da Chia. Di fronte a noi è possibile ammirare le meravigliose rovine di Nora, il porto romano, la caratteristica laguna e i paesaggi naturali, tipici della provincia di Cagliari.

Antonella Carta della Crea Eventi mi ha voluto nel suo staff per accogliere i suoi ospiti internazionali e mi sono lasciata emozionare da questa location meravigliosa.

Corte Noa è una location dal sapore antico con particolare attenzione al gusto e al buon cibo della Sardegna ed è proprio qui che Antonella Carta, maestra di cerimonie, ha avuto il piacere di organizzare un cena pre wedding dei suoi clienti Italo Nigeriani.

Il Corte Noa è una struttura di nuova costruzione ispirata alle corti delle antiche case campidanesi cittadine. Il colore che ci caratterizza è una tonalità di verde, riprodotto fedelmente a quello ritrovato negli infissi di un’antica casa del 1891 in ladìri di Lunamatrona.

Per i Latini cohors era il recinto, il giardino di casa. In sardo korte è infatti il recinto per gli animali; invece con Korti si tende ad indicare l’abitazione. Nella Casa Campidanese s’individuano i richiami simbolici propri della cultura punica, di questi i più espressivi e ricorrenti sono le specie arboree abbinate, una palma dattilifera e un albero d’agrumi, con valore propiziatorio di buon augurio.

Corte Noa è tutto questo: luogo di tradizione, di divertimento e d’incontro, con richiamo dichiarato all’abitare di una volta, ma con nuovi modi di vivere. Tutte le materie prime presenti nei piatti sono selezionate e possibilmente a km zero: la frutta, la verdura e i formaggi provengono dai migliori produttori della zona, la pasta fresca viene preparata da un pastificio di Pula, le carni rigorosamente sarde e i pesci accuratamente selezionati.

I vini della carta sono selezionati tra le migliori cantine del Sulcis e del Campidano.

Gli ospiti di Antonella Carta in abiti tipici nigeriani hanno potuto godere di un’atmosfera unica e scintillante: proprio un giusto connubio di colori e sapori!

Foto di Fabio Marras