Diverse Regioni e Camere di Commercio italiane hanno pubblicato un “Bando Voucher Fiere” per sostenere le strategie di esportazione e di promozione delle imprese locali, favorendo una maggior partecipazione a manifestazioni fieristiche in Italia e all’estero, attraverso la concessione di voucher, sotto forma di contributi a parziale copertura delle spese di partecipazione agli eventi fieristici di rilievo.

Questa forma d’incentivazione è particolarmente interessante in quanto obbliga comunque l’azienda a  mettere a budget una cifra consistente (le spese di viaggio e di soggiorno non sono affatto contemplate), spingendo quindi a dedicare a tale attività la massima attenzione. Al contempo, il poter contare su un sostegno concreto per abbattere i costi di partecipazione permette alla singola impresa di affrontare le manifestazioni con maggior tranquillità, dedicando tempo e risorse allo sviluppo dei contatti e delle relazioni commerciali.

La sinergia pubblico-privato è possibile, basta trovare la giusta miscela per un corretto utilizzo delle risorse pubbliche e private, individuando prima le fiere meritevoli ed effettuando poi un controllo minuzioso delle spese rendicontate per le quali si chiede il contributo.

Agevolare le imprese, specie in una fase di stagnazione economica e quindi di forte disoccupazione, contribuisce a far girare l’economia e a creare dei nuovi posti di lavoro, seppur temporanei.

Inoltre confrontarsi sui mercati internazionali spinge (o almeno dovrebbe) la piccola e media industria italiana a guardare la concorrenza estera, spesso molto diversa per dimensioni aziendali e per procedure operative.

Insomma un’azione positiva, che permette alle aziende di allargare gli orizzonti, impiegare meglio il proprio personale e assumerne di nuovo.

I margini di miglioramento sono notevoli, in primis la diffusione, che oggi è a macchia di leopardo, e la comunicazione, spesso affidata a pubblicazioni ufficiali poco lette dalla maggioranza degli imprenditori.

Iniziative come questa meritano comunque un plauso e una più vasta diffusione. Buona fiera a tutti!